In cucina con Alain Passard

_Ste_phane_de_Bourgies.HD

Alain Passard è uno chef francese pluristellato. Guida il ristorante “L’Arpège” di Parigi…

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/16f/3550430/files/2014/12/img_9326.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/16f/3550430/files/2014/12/img_9324.jpg

Qualche tempo fa stavo aspettando l’arrivo di un’amica in Stazione Centrale a Milano. Per ingannare il tempo ho pensato di fare un giro in Feltrinelli. Ovviamente sono andata subito a sfogliare le ultime novità nel settore cucina e, sempre ovviamente, ho acquistato qualcosa…

Uno snello libretto verde che racchiude come uno scrigno alcune favolose ricette di Alain Passard, oltre a spiegare la sua filosofia di vita in cucina. Una graphic novel culinaria. Me lo sono portato in vacanza assieme agli altri libri da leggere e devo ammettere che è stato piacevolissimo da leggere. L’ho divorato e mi ha esaltata non poco. Pensate che mi ha fatto persino tornare il desiderio di avere ancora un ristorantino-ino. Un paio di preparazioni le ho volute “testare” sul campo il giorno dopo, facendo la gioia della sottoscritta e dei commensali.

La prima ricetta si intitola:

FAGIOLINI, PESCA BIANCA E MANDORLE FRESCHE

Sbollentate i fagiolini e saltateli in una casseruola con poco burro salato per 8 minuti. Aggiungete poi della pesca bianca ben soda a fette, delle mandorle pelate e della salvia (la ricetta dice timo). Irrorate con del succo di limone e regolate di sale e di pepe. Servite subito.

IMG_9325

La seconda è una:

FOCACCIA DI PATATE “STILE PIZZA” ALLE VERDURE CRUDE E PARMIGIANO

Pelate delle patate (1 grossa a persona) e tagliatele a striscioline con una mandolini o a pezzetti con un affettaverdure elettrico. Sciogliete 1 pezzo di burro in una padella e inserite le patate premendo bene in modo formare uno strato di 1 cm circa. Fate cuocere le patate 12 minuti per lato, poi spegnete il gas e guarnite la vostra focaccia con anelli di cipolla rossa, barbabietola cotta a rondelle, ravanelli a rondelle e una generosa spolverata di parmigiano o pecorino (io avevo quello è l’ho messo con risultati formidabili!).

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/16f/3550430/files/2014/12/img_9327.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/16f/3550430/files/2014/12/img_9359.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/16f/3550430/files/2014/12/img_9360.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...