LE 3 B: BRACIÒLE di manzo al rosmarino e BARBABIETOLE al BALSAMICO

La braciola, ossia come trasformare la solita fettina in una vera Regina! L’ameranno tutti durante il suo breve (sic!) regno. Ci vuole solo un po’ di pazienza nell’acconciare la carne ma sarete ripagati dallo sforzo portando in tavola una vera prelibatezza.

Ma… bando alle ciance, è ora di cucinare! Indossate il grembiule. Ecco la ricetta.

BRACIOLE DI MANZO AL ROSMARINO

Ingredienti per 2/4 persone:

4 fettine di manzo da circa 200 g l’una

100 g circa di formaggio a piacere (scamorza, provola, fontina, ecc)

rosmarino (o altre erbe aromatiche)

40 g di pancetta affumicata tagliata a cubetti

aglio

salsa al pesto alla genovese

1 bicchierino di vino bianco secco

brodo di manzo

(sale) e pepe

stuzzicadenti o spago da cucina

Per prima cosa bisogna appiattire le fettine portandole da 1 cm circa a 0,5 cm (in foro si vede il prima e il dopo la cura). Per farlo disponete un foglio di carta da forno su un tagliere e appoggiate la fettina (fig.1). Richiudete con altra carta da forno (fig.2) e, con l’aiuto di un matterello, colpitela delicatamente per tutta la lunghezza (fig.3). Alla fine sollevate la carta e… magia! la bistecca avrà raddoppiato quasi la sua lunghezza e si sarà ridotta di spessore (fig.4). Adesso tagliate ogni fettina a metà. In questo modo avrete 8 fettine sottili che si trasformeranno in 8 involtini. Tagliate 8 fette di formaggio e ricavate 8 ciuffetti di rosmarino (io li ho messi interi per motivi estetici. Un consiglio: ricavate le foglioline e tritatele finemente. I legnetti del rosmarino sono fastidiosi da estrarre dopo la cottura). Disponete una fettina di formaggio e un rametto di rosmarino (o 1 cucchiaino raso di rosmarino tritato) sul lato maggiore della fettina, regolate di pepe e arrotolate.

Ora che avete i vostri sigari di manzo, bisogna fermarli con uno stuzzicadenti o, come ho fatto io, legandoli a mo’di salamini. Se non avete gli stuzzicadenti, o amate complicarvi la vita, procedete in questo modo: tagliate 8 fili di spago da circa 30 cm l’uno. Legate un capo a un’estremità dell’involtino (A), passate lo spago attorno al sigaro, mantenendolo a circa 2 cm di distanza dal nodo. Intrecciate il filo facendolo passare dietro al giro di spago prima di proseguire con un nuovo giro attorno all’involtino (B). Raggiunta l’estremità opposta, fate passare lo spago nella parte sottostante dell’involtino. Adesso infilate il capo del filo sotto a ogni giro di spago (C), e proseguite così sino a raggiungere nuovamente il nodo iniziale (D). A questo punto legate. Mi rendo conto che è più semplice a farsi che a dirsi. Avete compreso come ho legato gli involtini? No? Poco male, qui conta il risultato, dunque legateli come più vi è comodo. 😀

Fate fondere il grasso della pancetta con l’aglio schiacciato col palmo della mano in una casseruola. Unite le braciole e rosolatele uniformemente per alcuni minuti. Sfumate con il vino, quindi cuocete ancora per circa 10 minuti, aggiungendo poco brodo qualora asciugasse troppo. 2 minuti prima del termine della cottura incorporate 1 cucchiaio di pesto. Regolate infine di sale: aggiungere o meno il sale dipende dal tipo di formaggio e da quanto è sapido il vostro pesto. Nel mio caso non l’ho aggiunto.IMG_0927-0

IMG_0936

IMG_0933

IMG_0928

IMG_0938

IMG_0944

IMG_0943IMG_0945

IMG_0946IMG_0949

IMG_0950

 

IMG_1010

IMG_1011

Come verdura di accompagnamento ho optato per qualcosa di rapida preparazione. Avevo in frigorifero delle barbabietole precotte e dell’aceto balsamico un po’ vecchiotto dimenticato chissà perché in un angolo della dispensa. Ecco cosa ho ottenuto mescolandoli:

BARBABIETOLE AL BALSAMICO

Ingredienti per 4 persone:

600 g di barbabietole già cotte (400 g se siete in 2)

1 bicchiere di aceto balsamico

sale

Tagliatele barbabietole a spicchi o a bastoncini e gettatele in una casseruola calda. Versate sopra l’aceto (non spaventatevi, sembra tanto e l’odore che sprigiona è forte ma… abbiate fede). Fate cuocere a fuoco vivace sino a quando tutta la parte liquida sarà evaporata e sulle barbabietole e sul fondo della casseruola sarà rimasta la parte dolce e appiccicosa dell’aceto. Ci vorranno circa 6/7 minuti. Servite subito o fate intiepidire. Queste barbabietole sono irresistibili. Giuro che vi leccherete i baffi!IMG_1015

IMG_1016

IMG_1020

IMG_1012

Ancora un ASCARO di Fausto Andi come vino.IMG_1014

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...