COQ AU VIN per il mio compleanno

Oggi compio gli anni… per questo motivo ho voglia di mostrarvi un piatto fantastico: il COQ AU VIN. Ma prima.. sto organizzando un viaggio in Toscana, sono seduta sul divano e mi godo il sole del primo mattino. Pierina mi si piazza subito sulla pancia. Non passa molto che anche Mostrillo arriva e inizia a mungermi il collo. Non so se De Sade si sia lasciato ispirare da un gatto nella genesi della sua filosofia erotica, oppure sia stato il caro Mostrillo ad aver letto “La Philosophie dans le boudoir“, fatto sta che il gatto mi sta arpionando il collo con gesti sincronici e felpati, mantenendosi in perfetto equilibro sullo sfuggente filo che separa il dolore lanciante dall’estasi. Meglio di Philippe Petit!

Dopo X minuti a massaggiare, il micio deve essersi stufato e ora ci va giù di zampa pesante. L’ennesima unghiata sulla giugulare mi fa tornare all’istante con i piedi per terra. Sono le dieci e devo mettermi al lavoro se voglio gustare il mio polletto.

COQ AU VIN

Ingredienti per 2 persone:

800 g di pollo tagliato a pezzi (io avevo una coscia con sovracoscia e del petto)

250 g di funghi pioppini (vanno bene anche gli champignon o altri funghi dal sapore delicato)

50 g di pancetta dolce

3 scalogni

3 spicchi d’aglio

1 mazzetto guarnito (composto da: 2 foglie d’alloro, 3 gambi di prezzemolo e 3 ramoscelli di maggiorana)

7 dl di vino rosso (io avevo del “Rosso d’Italia” delle Cantine di Montalcino)

brodo di manzo o vegetale

burro

sale e pepe

Come prima cosa preparate la linea. Mondate e pulite gli scalogni e tagliateli a rondelle. Tagliate a cubetti la pancetta. Spazzolate i funghi e privateli dell’estremità inferiore. Schiacciate gli spicchi d’aglio. Legate il mazzetto con dello spago alimentare (lasciate un capo più lungo così da poterlo assicurare al manico della pentola durante la cottura).

Adesso scegliete una bella pentola antiaderente e dal fondo non troppo sottile. Mettetela sul fuoco a fiamma dolce con 1 noce di burro e 3 cucchiaiate d’acqua. Fate fondere il burro, unite la pancetta e lo scalogno e fate stufare il tutto a fiamma dolcissima con il coperchio. Ci vorranno circa 15 minuti. Ogni tanto controllate che il tutto rimanga sempre molto umido. Non deve rosolare. Sarà pronto quando lo scalogno sarà diventato trasparente al pari della parte grassa della pancetta.

Mentre preparate il soffritto, prendete una padella, sciogliete 1 piccola noce di burro e gettate i funghi. Fateli rosolare a fiamma vivace per pochi minuti. Quando daranno i primi segni di tostatura, regolate di sale e unite delle foglioline di maggiorana. Spegnete.

Con un cucchiaio, non di metallo, recuperate il soffritto e trasferitelo in una ciotola. All’interno della pentola dovrà rimanere solo il grasso fuso del burro e della pancetta. Inserite il pollo, alzate la fiamma, e fate rosolare in maniera uniforme. Quando la maillard si sarà impossessata del volatile, ricoprendolo con una crosticina bruna, sfumate con 1 bicchiere di vino. Rimettete il soffritto nella pentola, inserite il mazzetto guarnito (legatelo al manico della pentola, altrimenti rischiate di perderlo in cottura!), regolate di pepe e versate tutto il vino rimasto. Il pollo dovrà essere coperto a filo. Se non volete che la carne abbia un gusto troppo “vinoso”, potete sostituire metà del vino con altrettanto brodo. In questo caso però fate attenzione quando alla fine regolerete di sale.

Lasciate cuocere coperto e a fiamma dolce per circa 1 ora e 10 minuti. Controllate che non asciughi troppo. Se dovesse accadere, aggiungete brodo (o acqua) bollente a mestolate.

Ora è il momento di unire i funghi. Mescolate delicatamente col solito cucchiaio e regolate di sale. Coprite e fate cuocere ancora per circa 15 minuti.

Scusate ma questo pollo non è venuto buono… di più! 😀 😀

Per accompagnare la sopraindicata prelibatezza francese, non potevo scegliere che un vino francese: un pinot grigio del 2013. Un profumo di mela e fragola di bosco è ideale per profumare il palato a fine pasto.

Un pensiero su “COQ AU VIN per il mio compleanno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...